Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Visto di lunga durata

Visto per studio

Riepilogo della procedura di richiesta dei Visti di Studio per studenti universitari (ultimo aggiornamento: 10 novembre 2023)

SCADENZA PER LA RICHIESTA DEL VISTO: 30 NOVEMBRE 2023

Il richiedente dovrà fornire i seguenti documenti (in originale e in copia):

  1. Modulo di richiesta del visto nazionale (D), debitamente compilato (in lettere maiuscole) e firmato. Il modulo di richiesta può essere scaricato dalla pagina dedicata;
  2. Passaporto in corso di validità (con validità residua di almeno 6 mesi) e copia di tutte le pagine contenenti i dati personali del passaporto/documento di viaggio (nel caso di passaporti etiopici nuovi, è sufficiente la copia della prima pagina) + due fotografie recenti a colori formato tessera (3,5 cm x 4,5 cm), con sfondo chiaro;
  3. Prenotazione del volo di andata e ritorno (la data di rientro sarà considerata al termine della durata legale del programma accademico scelto);
  4. Adeguata copertura assicurativa sanitaria, per cure mediche e ricoveri ospedalieri, rilasciata da compagnie assicurative locali o di Paesi Schengen e valida in Italia e negli Stati Schengen, con validità di 1 anno dalla data di partenza preferita. La validità iniziale deve coincidere con la data di partenza della prenotazione del volo;
  5. un alloggio idoneo nel territorio nazionale italiano, che sia uno dei seguenti:
    • la lettera di invito che attesti la residenza in dormitorio universitario
    • dichiarazione di ospitalità (clicca qui per scaricare). L’invitato deve essere un qualsiasi cittadino residente in Italia o nel resto dei 26 Paesi Schengen, in possesso di un permesso di soggiorno o di un documento d’identità valido per gli italiani
    • prenotazione alberghiera (la data della prima notte deve essere la stessa o quella successiva alla data di partenza della prenotazione del volo);
  6. prova di iscrizione, che è una delle seguenti:
    • per gli ammessi alle università italiane pubbliche e private che richiedono la preiscrizione tramite UNIVERSITALY: riepilogo positivo della preiscrizione a UNIVERSITALY
    • per gli ammessi alle università private italiane: lettera di ammissione ordinaria;
  7. Originali + copie di tutti gli originali del diploma di scuola superiore/di laurea/di laurea magistrale (anche temporaneo) e dei transcripts. I diplomi devono essere debitamente autenticati/legalizzati.
    Per l’autenticazione/legalizzazione dei diplomi rilasciati nello Yemen, si prega di contattare l’Ambasciata d’Italia ad Amman (Giordania).L’Autenticazione/Legalizzazione non è richiesta nei seguenti casi:

  8. Prova del titolo di studio, che è una delle seguenti:
    • Dichiarazione di valore di 12 anni di scolarità (Secondary School Leaving Examination – SSLE) rilasciata dall’Ambasciata d’Italia dove è stato rilasciato l’SSLE.
    • Attestato di comparabilità e/o verifica del valore delle SSLE o dei CERTIFICATI DI ISTRUZIONE FINALE rilasciati da ENIC (European Network of Information Centres in the European Region) – NARIC (National Academic Recognition Information Centres in European Union), che in Italia è rappresentato dall’Associazione CIMEA.
    • per i certificati SSLE o di formazione finale rilasciati nello Yemen, si prega di contattare l’Ambasciata d’Italia ad Amman – Giordania.

    La prova del titolo di studio non è richiesta nei seguenti casi:

  9. certificato di conoscenza della lingua inglese o italiana o Medium of Instruction Certificate del Ministero dell’Istruzione etiope, + copie di tutti gli originali (la certificazione di lingua italiana non è richiesta per gli studenti diplomati presso una qualsiasi scuola pubblica italiana);
  10. certificato attestante il superamento delle prove di idoneità accademica, nel caso in cui siano richieste per l’ammissione all’Università dei rispettivi Paesi di provenienza;
  11. certificato rilasciato dall’Università competente che attesti gli esami superati, nonché, per ciascuna materia, i programmi dettagliati per il conseguimento dei suddetti titoli. Gli studi post-secondari (esami e crediti) già completati possono essere certificati dal Diploma Supplement, se applicabile;
  12. qualsiasi altro documento accademico/scolastico pertinente + copie di tutti gli originali;
  13. Prova dei mezzi di sussistenza economici, che è una delle seguenti:
    • autocertificazione dei mezzi economici di sussistenza per il soggiorno previsto (non richiesta se si è borsisti e se il beneficio della borsa di studio sarà erogato alla data di arrivo in Italia), insieme a un documento d’identità valido del residente o al passaporto dello sponsor, all’estratto conto bancario recente di 3 mesi o alla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente, in inglese o in italiano. La prova dei mezzi economici di sostentamento deve essere personale dei genitori o di terzi legalmente residenti nel territorio italiano (clicca qui per scaricare).
    • lettera di assegnazione della borsa di studio (se presente): deve indicare esplicitamente l’importo totale della borsa di studio, quali servizi sono inclusi nel pacchetto della borsa di studio (es. alloggio, servizi di mensa, importo della paghetta); il periodo di validità della borsa di studio e la data esatta della prima rata della paghetta sul conto bancario dello studente.
  14. L’Ambasciata si riserva il diritto di richiedere ulteriore documentazione.

 

ADEMPIMENTI ALL’ARRIVO IN ITALIA:

Entro otto giorni lavorativi dall’arrivo in Italia con un visto “nazionale” di tipo D per STUDIO (iscrizione all’università), i candidati devono presentare la domanda di permesso di soggiorno per studio

 

 


Visto per lavoro subordinato

Il richiedente dovrà fornire i seguenti documenti (in originale e in copia):

  1. Modulo di richiesta del visto nazionale (D), debitamente compilato (in lettere maiuscole) e firmato. Il modulo di domanda può essere scaricato dalla pagina dedicata;
  2. Una fotografia recente a colori formato tessera (3,5 cm x 4,5 cm), con sfondo chiaro;
  3. Passaporto o documento di viaggio valido con una validità di almeno tre mesi dopo la fine della partenza prevista dall’area Schengen con almeno due pagine libere;
  4. Autorizzazione al LAVORO SUBORDINATO, rilasciata dall’Autorità Italiana per l’Immigrazione (“Nulla Osta” dello Sportello Unico Immigrazione-SUI).

Le domande di visto di lavoro devono essere presentate direttamente all’Ufficio Visti dell’Ambasciata, previo appuntamento da richiedere scrivendo una mail all’indirizzo: visa.addisabeba@esteri.it.