Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Procedura per la richiesta di iscrizione a corsi universitari in Italia – Anno Accademico 2019-2020

La procedura di iscrizione a corsi universitari in Italia per l’anno accademico 2019/2020 si articola nelle seguenti 3 fasi principali.

1.      ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA: AVVIO DELLA PROCEDURA.

Gli studenti interessati potranno ritirare il modulo da compilare (Modello “A”), presso l’Istituto Italiano di Cultura: Belay Zelleke Street – P.O. box 1635 – Addis Abeba. Tel: +251 111 553427 / 573080

Il modello è anche scaricabile al seguente sito internet: www.iicaddisabeba.esteri.it

Si possono trovare tutte le informazioni riguardo alle pre-iscrizioni sul sito www.studyinitaly.esteri.it da dove è anche possibile scaricare il Modello “A”.

 

2. SEZIONE CONSOLARE (consolato.addisabeba@esteri.it): PRESENTAZIONE E LEGALIZZAZIONE DOCUMENTI

  1. Presentazione documenti – Entro il 24 luglio 2019 gli studenti interessati dovranno consegnare alla Sezione Consolare della Ambasciata di Italia in Addis Abeba (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle 12.00) i seguenti documenti, con relative fotocopie:
    • Modello  “A” compilato in duplice copia ma non firmato. La firma dovrà essere apposta in presenza di un impiegato dell’Ambasciata;

    • una fotografia formato tessera;

    • il passaporto con almeno 15 mesi di validità dalla scadenza del rilascio del visto,  più 5 fotocopie dello stesso;

    • tutti i titoli di studio da legalizzare (Diplomi o Lauree), muniti di traduzione in lingua italiana effettuata da un traduttore giurato in loco e legalizzati dal Ministero degli Affari Esteri etiopico.

  2. Costi – Si elencano di seguito i costi per il pagamento delle relative percezioni da apporre alla documentazione. Tali costi potrebbero subire piccole variazioni dovute agli aggiornamenti del tasso di ragguaglio ministeriale:
    • Autentica della fotografia:                                                                          ETB 1.321,00
    • Autentica di ogni firma:                                                                            ETB 451,00
    • Autentica di ogni traduzione:                                                                    ETB 645,00
    • Legalizzazione di ogni firma del Ministero degli Affari Esteri Etiopico:            ETB 774,00
  3. Legalizzazione documenti – L’Ufficio Consolare provvederà a legalizzare la documentazione ricevuta e a trasmetterla all’Istituto Italiano di Cultura, competente a comunicare i dati relativi a ciascuno studente alle Università di riferimento in Italia. Tra il 31 luglio ed il 9 agosto 2019, l’Istituto di Cultura contatterà gli studenti comunicando loro il giorno e l’orario in cui sarà possibile ritirare i documenti legalizzati, presso l’Istituto stesso. Tali documenti dovranno essere poi presentati all’Ufficio Visti per la conclusione della procedura, previo appuntamento indicato dalla Sezione Consolare dell’Ambasciata d’Italia.

 

 

3.      SEZIONE VISTI: RITIRO VISTI E CONCLUSIONE DELLA PROCEDURA

Per richiedere un visto per motivi di studio “immatricolazione università” anno accademico 2019/2020, sono necessari i seguenti documenti e requisiti (per maggiori informazioni è possibile consultare le pagine della sezione Visti, o inviare un’email all’indirizzo: visa.addisabeba@esteri.it).

  1. Documenti e requisiti necessari
    • Il formulario Schengen debitamente compilato e sottoscritto.
    • Una fotografia formato tessera.
    • Passaporto con validità superiore di almeno 3 mesi a quella del visto richiesto (per un visto di un anno sarà necessaria una validità del passaporto di almeno 15 mesi).
    • Fotocopia della prima pagina del passaporto e di altri visti ottenuti in passato (Schengen/UK/USA/Canada).
    • L’autentica di  fotografia  in originale più due fotocopie (tale procedura dovrà essere richiesta alla Sezione Consolare di questa Ambasciata).
    • Lettera di ammissione da parte dell’Università italiana.
    • Documenti scolastici (diploma/attestati) debitamente autenticati in originale e due fotocopie (tale procedura dovrà essere richiesta alla Sezione Consolare di questa Ambasciata, come indicato nel foglio precedente).
    • Il modello “A” in originale e due fotocopie (scaricabile dal sito dell’Istituto Italiano di Cultura di Addis Abeba (www.iicaddisabeba.esteri.it) o dal sito www.studyinitaly.esteri.it o dai siti web delle Università italiane (tale modello dovrà essere autenticato dalla Sezione Consolare di questa Ambasciata).
    • Dichiarazione di valore del titolo di studio in originale e due fotocopie (tale procedura dovrà essere richiesta alla Sezione Consolare di questa Ambasciata, come indicato nel foglio precedente).
    • Certificato attestante il superamento dell’eventuale prova di idoneità accademica/esami “student copy” debitamente autenticato (tale procedura dovrà essere richiesta alla Sezione Consolare di questa Ambasciata, come indicato nel foglio precedente).
    • L’Ambasciata, qualora necessario, potrà richiedere ulteriore documentazione.
    • La Sezione Visti verificherà il livello di conoscenza della lingua per i corsi universitari che si svolgeranno in italiano.
    • Un’adeguata copertura assicurativa, per cure mediche e ricoveri ospedalieri, valida per tutti i Paesi dell’area Schengen nonché tutta la durata del soggiorno.
    • Un idoneo alloggio nel territorio nazionale.
    • Mezzi economici di sussistenza per il soggiorno previsto pari ad euro 5.935,87 annui. La  disponibilità di tali mezzi di sostentamento deve essere comprovata mediante garanzie economiche personali o dei genitori, o fornite da Istituzioni ed Enti italiani di accertato credito, comprese le Università, Enti o Istituzioni considerati affidabili dall’Ambasciata d’Italia. Non può essere dimostrata attraverso l’esibizione di una fidejussione bancaria, o di una polizza fideiussoria, ne’ di denaro contante o garanzie fornite da terze persone. Sarà necessario dimostrare i mezzi economici tramite estratto bancario degli ultimi 6 mesi che attestino redditi regolari nel tempo e non conti correnti strumentali (versamenti recenti). Se le garanzie provengono da parte dei genitori deve essere compilato e sottoscritto il modulo apposito. Il richiedente, mediante la documentazione richiesta dovrà provare di trovarsi in una situazione socio-economica o in una posizione lavorativa e familiare che possa garantire il suo effettivo interesse a far rientro in Patria al termine del periodo di validità del visto.
    • In caso di sostentamento economico da parte dei genitori sarà necessario comprovarlo presentando  licenze commerciali (in originale e copia).
    • Prenotazione aerea di andata e ritorno; l’Ambasciata, in alcuni casi e in assenza di idonee garanzie, potrà richiedere l’esibizione del biglietto di ritorno.
    • Per coloro che richiederanno un visto di ingresso di breve durata per partecipare alla prove di ammissione verrà rilasciato un visto “C” di breve durata (inferiore ai 90 giorni) presentando la documentazione di cui sopra, il cui costo sarà pari a 1.933 ETB (ci potrebbe essere una leggera variazione sui costi dovuta al tasso di ragguaglio del mese di luglio non ancora quantificabile).
    • L’Ambasciata ha la facoltà di rifiutare la domanda di visto in base alla normativa Schengen in mancanza di requisiti idonei.
    • A tutte le domande di visto per “studio” si applica una tariffa di 1.600 Birr (ci potrebbe essere una leggera variazione sui costi dovuta al tasso di ragguaglio del mese di luglio non ancora quantificabile).
  2. Tempistiche – Si ricorda, infine, che per il rilascio di un visto per motivo di studio si richiede un minimo di 15 giorni lavorativi. Pertanto, si invitano gli studenti interessati ad avviare l’intero iter sopra esposto con adeguato anticipo, in modo da presentare la richiesta per il visto suddetto almeno 20 giorni prima della data di partenza per l’Italia.