Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il Ministro della Difesa On. Lorenzo Guerini ha incontrato i militari della Base Militare Italiana di Supporto impegnati nella missione a Gibuti.

Data:

23/03/2021


Il Ministro della Difesa On. Lorenzo Guerini ha incontrato i militari della Base Militare Italiana di Supporto impegnati nella missione a Gibuti.

"Un sentito ringraziamento a tutte le donne e gli uomini del contingente nazionale per la tenacia con la quale, nonostante il perdurare dell’emergenza sanitaria da Covid-19, hanno portato a termine le numerose attività programmate. Vi porto il saluto e il ringraziamento dell’Italia, che è orgogliosa del vostro operato in questa terra lontana dove - come sapete bene - sono in gioco forti fattori di instabilità al centro degli equilibri globali della sicurezza".

Così il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, nel corso della sua visita presso la Base Militare Italiana di Supporto (BMIS) a Gibuti.

Il Ministro, accompagnato dall'Ambasciatore italiano presso l'Ambasciata d'Italia ad Addis Abeba, S.E. Arturo Luzzi, è stato accolto dal Col. (AM) Luigi Bigi Comandante della BMIS e, successivamente, ha partecipato all’ammaina bandiera alla presenza di una rappresentanza del personale interforze della BMIS, unitamente al personale della Missione Addestrativa dei Carabinieri (MIADIT), schierata sul piazzale.

Nel salutare il personale del contingente, il Ministro ha detto: "Siamo in questa terra dal 2013, con questo 'stabile avamposto' che è la prima vera e propria base logistico - operativa italiana, a connotazione interforze, costruita all’estero dopo la seconda guerra mondiale. Da allora, la Base Militare Italiana di Supporto, avviata sulla scorta di un accordo bilaterale di cooperazione tra il nostro Paese e la Repubblica di Gibuti, è diventata il fondamentale riferimento logistico per le operazioni militari nazionali che si svolgono nell'area del Corno d'Africa, del Golfo di Aden, del bacino somalo, dell’Oceano Indiano, nonché per il personale italiano in transito sul territorio della Repubblica di Gibuti o impiegato in Somalia".

Durante la visita alla Base, il Ministro ha proseguito affermando che, grazie al contributo del personale – presente e passato – della BMIS “ è stato possibile finalizzare le tante attività di supporto alla popolazione contribuendo, giorno dopo giorno, a ricostruire il tessuto economico-sociale di questo Paese, a infondere fiducia nella popolazione locale, a generare stima nei confronti degli italiani.”

La missione della BMIS, unico esempio nazionale del genere dispiegato sul continente africano, è fornire supporto logistico a tutte le componenti nazionali in transito sul territorio di Gibuti impegnate nel Corno d’Africa e nell’Oceano indiano, con particolare riferimento alle Missioni MIADIT SomaliaEUTM Somalia ed EUNAVFOR ATALANTA.

Gibuti è una realtà piccola ma cruciale, che in questi anni ha fatto della sua posizione nevralgica un punto d’accesso importante alla regione del Corno d’Africa e una cabina di regia per le operazioni di contrasto al terrorismo, di sorveglianza dei traffici commerciali, di contrasto alla pirateria” ha continuato il Ministro Guerini.

La cerimonia si è svolta nel rispetto delle procedure di protezione e prevenzione in contrasto al COVID-19.

#UnaForzaperilPaese


557